chievo verona

Chievo Verona

Il Chievo, società calcistica il cui nome completo è Associazione Calcio ChievoVerona, è una squadra che milita nel campionato di serie A e che vanta una storia assolutamente unica. Se si considera infatti che il Chievo è la squadra di calcio di una piccolissima frazione di Verona, Chievo appunto, la quale conta appena 2.500 abitanti, si può ben intuire per quale ragione questa squadra susciti grande interesse e grande curiosità, e sia considerata a tutti gli effetti un vero e proprio “miracolo” sportivo.

Il Chievo, infatti, è l’unica squadra attualmente militante in serie A la quale è riuscita a raggiungere questo prestigioso traguardo partendo dalla categoria più bassa in assoluto, ovvero la “terza categoria”, una categoria provinciale che costituisce di fatto l’ultimo livello nazionale. La squadra di calcio del Chievo è stata fondata ne 1929 ed è stata successivamente rifondata nel 1948: a partire da questa data ha avuto inizio la sua straordinaria crescita sportiva. Una stagione sportiva certamente molto speciale per il Chievo è certamente quella 1993-94, in cui la squadra riesce ad ottenere la prima, storica promozione in serie B, e diviene così una società professionistica a tutti gli effetti.

Nell’anno seguente il Chievo riesce a garantirsi la salvezza, e nell’occasione la città di Verona vive un evento sportivo assolutamente unico, quale appunto il derby cittadino tra il Chievo ed il Verona. Ancor più importante è inoltre, per la società del Chievo, la stagione sportiva 2000-01, quando la squadra, dopo esser divenuta sempre più competitiva, riesce a conseguire la storica promozione in serie A. Una squadra come il Chievo nella massima serie nazionale, ovviamente, ha subito rappresentato un evento unico, e moltissimi appassionati di questo sport hanno seguito con simpatia e interesse il campionato di serie A di questa realtà che, come detto in precedenza, è partita dall’ultima categoria nazionale. Sebbene la presenza in serie A di una squadra appartenente ad una località di appena 2.500 abitanti potesse sembrare perfino un qualcosa di buffo, il primo campionato in A del Chievo è stato a dir poco sensazionale: la squadra neopromossa, infatti, accumula ben 54 punti e si piazza addirittura al quinto posto, qualificandosi così in Coppa UEFA, competizione che il Chievo ha disputato in due stagioni.

Indimenticabile, ovviamente, anche la stagione 2005-06, quando in virtù del buon piazzamento ottenuto e dello sconvolgimento della classifica dovuto alle vicende di “calciopoli”, il Chievo disputa addirittura il preliminare per l’accesso in Champions League, venendo tuttavia eliminato. Oggi, il Chievo è una presenza assolutamente costante nel campionato di Serie A, e l’attuale stagione 2014-15 corrisponde alla tredicesima presenza consecutiva per questa società veronese. Il Chievo disputa le sue partite casalinghe allo stadio Bentegodi di Verona, condividendolo con l’altra squadra cittadina, ovvero l’Hellas Verona; è sicuramente suggestivo sottolineare come l’impianto in cui gioca il Chievo possa ospitare circa 40.000 posti, mente la frazione di Chievo, come detto, non raggiunge i 3.000 abitanti. Insomma, è assolutamente comprensibile il motivo per cui il Chievo sia considerato un vero miracolo sportivo, e questa società, pur senza aver mai effettuato grossi investimenti, è divenuta una solida realtà del calcio italiano, ed è riuscita a mettere in luce molti importanti calciatori. Il Chievo inoltre, come società, ha sempre dimostrato una grande stabilità, frutto di una gestione economica oculata ed all’insegna del “fair play finanziario”. La divisa del Chievo, proprio come quella dell’altra squadra di Verona, ovvero l’Hellas, è ispirata ai colori della città, tuttavia nel completo che il Chievo indossa abitualmente nelle partite casalinghe predomina assolutamente il giallo rispetto al blu. Il presidente del Chievo Luca Campedelli, imprenditore locale ed azionista del marchio Paluani, ama intervenire personalmente della progettazione grafica delle divise della squadra.